1

DIC

2017

Storia del Panettone

Il panettone è un tradizionale dolce festivo italiano, ma forse non tutti ne conoscono la storia… Nell'antica tradizione milanese è fatto con uvetta e frutta candita, utilizzando la fermentazione naturale e una temperatura di cottura controllata che garantisce una consistenza morbida, fragrante e squisita.

La regione d’origine del panettone è la Lombardia, per essere precisi la città di Milano. Sembra risalga al 1200 d.C., quando era un pane arricchito con lievito, miele, uva secca e semi di zucca. Nell'800 il panettone era una specie di focaccia di grano arricchita con uova, zucchero, uvetta (la presenza di quest'ultimo ingrediente aveva una funzione propiziatoria, per ricchezza e denaro). Ci sono varie leggende legate al panettone. La prima ambientata alla fine del '400, racconta che Ughetto, figlio di Giacometto Atellani, si innamorò della bella e giovane Adalgisa. Per stare vicino alla sua amata, si finse pasticcere come il padre di lei, un certo Toni, e creò un pane ricco, aggiungendo farina e lievito, burro, uova, zucchero, cedro e arancia candita.

Il dolce frutto di quell'amore divenne un successo senza precedenti e la gente venne da ogni distretto per comprare e gustare il "Pan del Ton" (pane di Ton).

Una seconda leggenda racconta che alla vigilia di Natale, alla corte del duca Ludovico, lo chef stava preparando un dolce speciale. Sfortunatamente, durante la cottura questo pane a cupola, contenente uva bruciò, gettando lo chef nella disperazione. Tra parolacce e urla, la voce di uno aiuto-chef di nome Toni, che consigliava di servire lo stesso dolce, giustificandolo come specialità con la crosta. Quando l'insolita ricetta fu presentata agli ospiti, fu accolta da applausi e, dopo un assaggio, un coro di lodi si alzò dal tavolo; nacque così - forse!- il "Pan del Ton" (pane di Ton).

X
ND // Web Agency
realizzazione siti web