Cina
Cina

La storia del tè cinese è una lunga e graduale storia di raffinatezza. Generazioni di coltivatori e produttori hanno perfezionato il modo cinese di lavorare il tè e le sue molteplici varianti regionali. L'idea originale è accreditata al leggendario imperatore Shennong, che pare sia vissuto 5000 anni fa. I suoi decreti lungimiranti hanno stabilito, tra l'altro, che tutta l'acqua da bere venisse bollita come precauzione igienica. Una leggenda narra che, in una giornata estiva, mentre visitava una provincia remota del suo regno, lui e la corte si fermarono a riposare. In ossequio al suo decreto, i servi cominciarono a bollire l'acqua per far bere la corte. Le foglie secche di un cespuglio vicino, caddero nell'acqua bollente e una sostanza marrone fu infusa nell'acqua. Come scienziato, l'imperatore fu molto interessato dal nuovo liquido, ne bevve alcuni sorsi e lo trovò molto rinfrescante. E così, secondo la leggenda, il tè fu scoperto nel 2737 a.C.

 

Il tè è una parte importante della tradizione cinese. Mentre la società cinese si è sviluppata e progredita, la produzione di tè ha svolto un ruolo nel guidare lo sviluppo economico, e il consumo di tè è rimasto una pratica della vita quotidiana. La pratica della cultura del tè può portare lo spirito e la saggezza degli esseri umani ad un livello superiore. Il tè ha un rapporto estremamente stretto con la cultura cinese e il suo studio copre molti campi con contenuti molto ricchi. Non c'è dubbio che sia stato utile per migliorare le abilità sociali e l'apprezzamento dell'arte.

X
ND // Web Agency
realizzazione siti web